Come si prepara il VOV fatto in casa

Ottimo ricostituente casalingo che ci preparavano le nostre nonne o prozie in questo periodo (all’uscita dall’inverno) per tirarci un po’ sù e riprendere gli studi con vigore.

vov_blog1-850x611

Un po’ di storia: Il liquore di crema all’uovo, è un preparato di origini venete, per la precisione di Padova, dove il suo creatore, il sig. Pezziol, lo preparò per la prima volta nel 1840 nella sua bottega di droghiere, non sapendo cosa fare dei molti rossi d’uovo avanzati dalla sua principale occupazione: la realizzazione di torroni.
Il nome Vov deriverebbe dalla parola vovi, che in dialetto veneto significa uova.
La preparazione del liquore all’uovo casalingo è abbastanza facile, e, semplicemente seguendo la ricetta, è possibile ottenere dei risultati che nulla hanno da invidiare alle più famose, e costose, preparazioni in commercio.
Dose per circa 750 ml di Vov, cioè la misura della classica bottiglia di liquore. Per le note qualità corroboranti, ricostituenti e fortificanti, durante la seconda guerra mondiale il Vov fu ampiamente distribuito tra i soldati, in confezioni di cartone pressato vetrificato all’interno; più tardi fu messo nella classica bottiglia di vetro marrone, che ai giorni nostri è diventata bianca e opaca, come il guscio di un uovo.

vov

Ingredienti

    10 Uova (solo i tuorli)400 gr di zucchero a velo Cognac 25 mlMarsala 25 mlLatte intero 300 mlAlcol puro 75 ml1 bacca di Vaniglia

Come si prepara:

Liquore di crema all'uovo (Vov)

In una terrina mettete i tuorli di 10 uova con lo zucchero a velo e la bustina di vanillina, con uno sbattitore a frusta mescolate fino ad ottenere una crema densa e omogenea. Aggiungete poco alla volta l’alcool, il cognac e il marsala secco, continuando a mescolare con lo sbattitore, e per ultimo unite il latte. Ponete il composto in una pentola a bagnomaria e, continuando a mescolare, fate addensare la crema (almeno 10 minuti) fino a che non si sentirà più la consistenza dello zucchero; l’acqua del bagnomaria deve solo fremere e non bollire poiché in caso contrario potreste arrivare a cuocere le uova rovinando tutto. Liquore di crema all'uovo (Vov)

Fate raffreddare il Vov e riponetelo in bottigliette conservandolo in un luogo fresco e buio, meglio se in frigorifero; è pur vero che le uova sono state “cotte” a bagnomaria e l’alcol presente aiuta la conservazione ma, a differenza dei prodotti commerciali, il nostro vov casalingo non contiene conservanti e quindi la prudenza non è mai troppa.
Prima di assaporarlo, ricordatevi di agitare bene la bottiglia del liquore per miscelarlo a dovere.

Conservazione

Conservate il liquore di crema all’uovo (Vov) nella zona bottiglie del frigorifero. Bello fresco sarà ancora più gradevole. Una volta aperto è consigliabile consumarlo entro 3-4 settimane al massimo.

Il nostro consiglio è:

Per la preparazione di questo liquore è essenziale che usiate uova freschissime, meglio se biologiche. A seconda dei gusti è possibile modificare le percentuali di alcol e zucchero: le dosi della ricetta sono per un liquore leggero e piacevole da bere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ELENCO COMPLETO DELLE MIE RICETTE. Contrassegna il permalink.

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere. Prova anche a chiedere consigli alla nostra nuova comunità nel Forum. I commenti verranno aggiornati ogni 48 ore circa.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...