Come preparare la Perseghina (liquore delicato)

Il nome “perseghina” non credo lo troverete facilmente in Internet, per il semplice fatto che è un termine dialettale della Valle del Chiese.

1 litro di grappa (io uso quella nostrana), 
36/40 foglie di perseghina (viene chiamata Erba Luisa o Cedrina o Lippia citriodora),
200 gr. di zucchero 
la buccia di un limone piccolo. 

Mettere tutti gli ingredienti a macerare per 40 gg. nella grappa. Filtrare e imbottigliare. E’ ottima anche come digestivo.

Uffa! come mai diventa marron come il cognac? Eh, sì c’è il trucco per farla diventare bella verde (smeraldo) ….prima di tutto usare grappa nostrana di oltre 50° (40° non sono sufficienti) e poi utilizzare le foglie in piena estate non quelle verso l’autunno.

Che origine ha la parola “perseghina”? Io credo che, come molte parole qui da noi in Trentino, sia di derivazione austro-ungarica (il dominio austriaco non ci ha ancora mollato del tutto, almeno in cucina e nel vocabolario popolare). Credo che venga da Pfirsich (= pesca, pesco inteso come pianta di pesche), che nel tempo da noi si è trasformato nella parola dialettale “Persegh”. Infatti se si osservano le foglie della pianta di “perseghina” assomigliano in maniera impressionante a quelle di una pianta di pesco e in un primo momento si potrebbe scambiare l’arbusto per una piantina che sta crescendo, se nonchè la prima assume poi piano piano l’aspetto di un boschetto più che di una pianta con tronco e rami.

Vedi anche cocktail con la Verbena odorosa. (link esterno)

Leggi anche dal mio sito : http://vorreiavereilpolliceverde.wordpress.com/2013/09/20/la-perseghina-una-pianta-molto-antica/

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ELENCO COMPLETO DELLE MIE RICETTE. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Come preparare la Perseghina (liquore delicato)

  1. Pingback: La perseghina: una pianta molto antica | Vorrei avere il pollice verde

  2. michele ha detto:

    grazie di aver diffuso questa ricetta! a quanto pare è abbastanza rara in rete (anche da parte di mai mamma che mi ha incaricato della ricerca!!) …. grazie anche delle spiegazioni etimologiche dal buon sapore austro-ungarico!!
    anche se è un po’ avanti la stagione proverò a farne una quantità di prova.
    ciao
    michele

    Mi piace

    • M.E. ha detto:

      ti ringrazio (e ringrazia pure la tua mamma) per gli apprezzamenti sull’articolo,
      in effetti avevo notato anche io che la mancava la ricetta giusta in rete.
      E’ un ottimo liquorino che piace sia alle donne che ai giovani, specialmente se tenuto in frigorifero
      e bevuto freddo.
      saluti, Myriam

      Mi piace

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere. Prova anche a chiedere consigli alla nostra nuova comunità nel Forum. I commenti verranno aggiornati ogni 48 ore circa.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...