Crescentina o tigella

Breve storia delle Tigelle :
La Regina fra le rustiche specialità gastronomiche dell’appennino modenese, è la famosa Crescentina oggi comunemente chiamata “Tigella“. Essa rappresenta l’esempio di una consuetudine famigliare rimasta intatta nel tempo. Per conoscerne la storia bisogna rifarsi indietro nel tempo. Le tigelle erano in origine piccoli dischi composti di argilla purissima prelevata nei castagneti a notevole profondità, veniva poi miscelata con una speciale terra refrattaria si amalgamava con acqua, si confezionavano i dischi e infine temprati “cotti” nella cenere ardente. Le “crescentine” di par suo venivano impastate con: Farina di grano, acqua, latte con aggiunta di un prodotto lievitante, allora era in uso il bicarbonato oppure il lievito per pane, si lasciavano lievitare dopo di che si lavorava l’impasto in modo tale da formare piccole schiacciate rotondeggianti di 10, 15 cm. di diametro, queste erano le Crescentine di Modena.

A questo punto con le “Tigelle” precedentemente scaldate nel fuoco del camino, ci si apprestava con tutta la famiglia riunita al rito della cottura. Si prendeva con apposita molla una “Tigella” ponendola in prossimità del focolare si metteva una “Crescentina” poi una o due foglie di castagno essiccate e tenute in dispensa, quindi un’altra “Tigella” poi la ” “Crescentina le foglie, un’altra “Tigella” e cosi via…… fino a formare una torre. mentre si aspettava la cottura si restava tutti in attesa davanti al focolare e ci si dimenticava per un poco i problemi e la fatica della dura vita di quei tempi.

260px-Crescentine

Ingredienti per 4 persone :

  • 500 gr di farina di grano tenero
  • 12 gr di lievito di birra
  • 3 cucchiai di olio di oliva o di girasole
  • 2 dl d’acqua
  • 1 dl di latte o di panna
  • sale
  • 1 pizzico di bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio, in alcune ricette, sostituisce completamente il lievito, trasformando quindi la crescentina in un pane azzimo.

Preparazione delle Tigelle:
Setacciate la farina, fate la fontana, nel mezzo mettete il lievito sciolto in poca acqua tiepida, unite l’olio, il sale, il latte e l’acqua rimasta. Lavorate l’impasto per qualche minuto, poi copritelo con un panno pulito e lasciatelo lievitare per circa 1 ora in un ambiente tiepido, poi lavoratelo ancora per poco e fate lievitare ancora per 30 min.

Quindi stendete la sfoglia dello spessore di 5 mm, ritagliate dei dischetti del diametro di 6 cm e fateli lievitare ancora per 30 min.

220px-Tigelliere

Riscaldate su entrambi i lati l’apposito utensile per le tigelle, adagiatevi un dischetto per volta e cuocetele per 2-3 min. su entrambi i lati. Consumatele ancora calde e imbottite con prosciutto e formaggio.

tigelle_02

Tradizionalmente, le crescentine cotte vengono consumate tagliandole a metà ed imbottendole con un pesto formato da un trito di lardo di maiale, aglio e rosmarino (noto localmente come cunza di Modena, lo stesso usato per i borlenghi) e con Parmigiano Reggiano.

Vi aggiungo il link di un sito che vi espone la ricetta della signora Carla, passo per passo con fotografie : Come preparare la tradizionale tigella modenese. Che vi renderà il compito più facile.

Appena mi capiterà di prepararle a mia volte aggiungerò poi le mie qui.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in antipasti, copiata da altri, Emilia Romagna, piatti poveri, piatti regionali italiani, spuntino o merenda e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Crescentina o tigella

  1. Pingback: Come si mangia la cicciolata | La Magia in cucina

  2. Pingback: Gnocco fritto e specialità romagnole | La Magia in cucina

  3. Pingback: Pesto modenese o Cunza | La Magia in cucina

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere. Prova anche a chiedere consigli alla nostra nuova comunità nel Forum. I commenti verranno aggiornati ogni 48 ore circa.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...