Il mandorlato fatto in casa

TSR Watermark Magia0000Così come lo preparavano le nostre nonne e poi le nostre mamme.

Anche con pochi soldi, le nonne e le mamme trovavano sempre il modo di far felici i bambini anche con poco.

TSR Watermark Magia0002

Per prima cosa scegliete due belle piastrelle del pavimento della vostra cucina e pulite per bene con acqua calda e detersivo e poi risciacquatele a fondo. Poi un filo d’olio distribuito uniformemente impedirà al mandorlato di incollarsi. Un’usanza curiosa che non potrà non destare la curiosità dei vostri piccini.

Se proprio non volete usare il pavimento, usate la piastra di marmo o granito della vostra cucina o un piatto resistente su cui avrete poggiato della carta forno.

TSR Watermark Magia0001

Nel frattempo prendere 500 gr. di zucchero e 1 kg. di mandorle sgusciate (anche spellate se preferite).

Fate molta attenzione perché la temperatura del caramello diventa veramente molto elevata e non è il caso di bruciare il tavolo della cucina o di procurarvi un ustione!

Procedete in questo modo:

Mettete le mandorle con lo zucchero in una padella antiaderente
e passare sul fornello a fiamma media. Mescolate continuamente fin dall’inizio con un cucchiaio di legno; le mandorle si tosteranno in questa fase e quindi è necessario non smettere mai di girarle.
Presto lo zucchero comincerà a fondersi e bisogna aver cura che ogni singola mandorla ne sia ricoperta. Il mandorlato è pronto quando lo zucchero si è caramellato, assumendo un colore dorato
(non deve diventare bruno ! altrimenti comincia ad assumere quel retrogusto amaro, tipico del bruciato). Togliere immediatamente la padella dal fuoco e versare il croccante sul
marmo unto o sul piatto ricoperto da carta-forno. Si può livellare il torrone in un unico strato e tagliarlo a pezzi quando si raffredda.

TSR Watermark Magia0003

Se usate il piatto, il raffreddamento può essere accelerato mettendo lo stesso (non bollente, ma solo tiepido) nel frigorifero.

Esiste anche un’altra variante, in cui oltre allo zucchero e alle mandorle viene aggiunto anche mezzo bicchiere di acqua  e del succo di limone.

Praticamente nella casseruola vanno messi: lo zucchero, le mandorle e il mezzo bicchiere d’acqua. Il succo di limone va aggiunto soltanto alla fine, mischiato un po’ e poi si toglie la pentola dal fuoco e si versa l’intero contenuto sulla piastra di marmo.

Si procede tagliando il composto semi-raffreddato ma ancora morbido in diagonale da destra verso il basso e poi incrociando da sinistra verso l’altro lato. Formando dei rombi.  Si lasciano poi raffreddare completamente e si staccano quando sono induriti.

TSR Watermark Magia0004

Il mandorlato non si fa necessariamente solo con le mandorle ma si possono usare anche le nocciole oppure i pinoli oppure ancora i semi di sesamo oppure un misto di tutto, a piacere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dolci, ELENCO COMPLETO DELLE MIE RICETTE, invernale, piatti poveri e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere. Prova anche a chiedere consigli alla nostra nuova comunità nel Forum. I commenti verranno aggiornati ogni 48 ore circa.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...