Come ti condisco l’insalata verde: con l’allegria dei semi di girasole

tratto da Nei semi di girasole il segreto di lungavita : Prima che vi sentiate tutti criceti al pensiero di mangiare i semi di girasole in altra forma che non sia al limite l’olio per friggere, sentite questa: pare che proprio in questi semi normalmente serviti ai criceti di casa si nasconda il segreto della giovinezza. Siete già pronti a saccheggiare la ciotola del vostro animaletto?

Sono ricchissimi di vitamina E, notoriamente associata alla bellezza della pelle e al rinnovamento cellulare, ma anche di acido folico, magnesio, antiossidanti. Per qualche semino è già più che notevole, considerando l’impatto dei radicali liberi che vengono efficacemente contrastati dalle proprietà dei semi di girasole.

Il problema si pone quando ci si chiede come trovare un modo per inserirli nella dieta senza sentirsi dei roditori. Purtroppo la fantasia non serve a molto e l’unico modo di consumarli è mangiarli al naturale o leggermente tostati, proprio come fosse frutta secca. A meno che non conosciate un altro brillante modo di servirli che vorrete condividere con tutti noi.

L’insalata verde da sola è ottima, ma a me piace darle un tocco personale. Avete mai provato ad aggiungere alla vosta insalata una manciata di semi di girasole decorticati ?  Il fiore di girasole dal quale si traggono i semi, come ben sapete ruota seguendo la direzione del sole, in questo modo prende il sole dall’alba al tramonto fino all’ultimo raggio. Tutta l’energia del sole finisce dentro quei semini. Il sole dona allegria e buonumore, infatti chi vive sempre al buio o in paesi dove splende poco il sole soffre spesso di depressione.

Tratto da : http://www.aamterranuova.it/article54.htm

Insieme alle mandorle, i semi di girasole costituiscono il frutto oleoso dotato di minore potere calorico (557 kcal), grazie al bassissimo tenore di grassi (45,6 %), inferiore a quello di qualsiasi altro seme oleoso.

Elevato risulta invece il contenuto di proteine (20-28%) e di carboidrati (23,5%). Ciò che distingue i semi di girasole da altri alimenti dello stesso gruppo è il ricchissimo patrimonio vitaminico, uno dei più elevati del mondo vegetale. In particolare nei semi di girasole troviamo la rarissima vitamina B12 (4 mcg), pressoché assente negli altri alimenti di origine vegetale, e un contenuto record di vitamina B1 (1,36-2,2 mg), il più elevato in assoluto tra tutti gli alimenti. Buoni anche i valori di vitamina A (40 mcg), D (22 mcg), E (31 mg) e PP (3,3 mg).

I semi di girasole si distinguono anche per il ricco tenore di sali minerali inferiore solo a quello del sesamo. Numerose ricerche hanno evidenziato nei semi di girasole una cospicua presenza di acido clorogenico, in grado di inibire l’attività della tripsina e dell’arginasi e quindi l’assimilazione delle proteine e delle vitamine, ma come altri inibitori degli enzimi digestivi, l’acido clorogenico svolge anche una preziosa azione di protezione dell’organismo sia come antibatterico e antinfettivo, sia come agente antitumorale e antimutageno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ALIMENTI & SALUTE, Condimenti, contorno, ELENCO COMPLETO DELLE MIE RICETTE e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere. Prova anche a chiedere consigli alla nostra nuova comunità nel Forum. I commenti verranno aggiornati ogni 48 ore circa.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...